Corso di didattica del canto secondo i principi della scuola italiana tenuto dal M° Antonio Juvarra

Entrare nell’universo del canto è ritrovare se stessi, la propria dimensione più autentica e profonda, che comprende anche quella espressiva. Esistono due modi di cantare: imitando dall’esterno dei suoni, oppure scoprendo la propria vera voce e lasciandola risuonare liberamente. Solo il secondo modo dona quel senso euforico di apertura dell’essere, di elevazione e di liberazione, che spinge tante persone sulla strada del canto, ma purtroppo al giorno d’oggi è soprattutto il primo modo ad essere proposto e propagandato.
(Antonio Juvarra)corso-didattica

Il corso è rivolto a cantanti, musicisti, attori e a tutte le persone seriamente interessate e motivate.
L’obiettivo è offrire un esaustivo approfondimento teorico-pratico su tutte le tematiche connesse alla didattica del canto, recuperando quella tradizione italiana del “cantare naturale” che è andata in gran parte perduta con l’affermarsi, dagli anni trenta del Novecento, di nuove tecniche vocali di origine nordeuropea ispirate a una concezione pesantemente meccanicistica e muscolare della vocalità.
Per “canto naturale” si intende un’emissione facile, senza sforzo, a risonanza libera, generata dal respiro naturale profondo e dalla sintonizzazione del suono puro.
Il “canto naturale” permette ai cantanti di sperimentare il canto non come una serie di controlli muscolari volontari localizzati, ma come sintonizzazione acustica automatica, non come un “far funzionare la voce” ma come un “lasciar funzionare la voce”, operando in piena sicurezza per gli organi fonatori ed evitando stanchezza.

Programma

1 – La nozione di belcanto nei suoi aspetti tecnico-vocali con particolare riferimento ai principi elaborati dai castrati Tosi e Mancini.
2 – Risonanza libera e risonanza forzata nelle tecniche vocali. Rapporti tra fonazione parlata e fonazione cantata.
3 – Aspetti meccanico-fisiologici, fonetico-acustici e mentali nel controllo dell’emissione.
4 – Respirazione meccanica e respirazione naturale. Caratteristiche della respirazione belcantistica e della respirazione vocale ‘moderna’.
5 – Il concetto di ‘appoggio’ e di ‘sostegno’. Differenze tra il ‘sostegno’ belcantistico e il ‘sostegno’ moderno.
6 – Il controllo della risonanza secondo la tecnica vocale italiana storica e secondo le tecniche vocali moderne, generate da Garcia. ‘Chiaroscuro’ e ‘copertura’. La ‘maschera’ e l’ ‘affondo’.
7 – Registri vocali nelle voci maschili e femminili.
8 – Controllo meccanico e senso-motorio nel canto.
9 – Evoluzioni e involuzioni della didattica vocale dal Settecento ad oggi

 

Il laboratorio è concluso, se sei interessato a ricevere informazioni sui prossimi corsi e iniziative o a iscriverti alla nostra newsletter, compila il modulo che segue:

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero di telefono

Quali informazioni vorresti ricevere?