Chi siamo

Vocediluce è un’associazione di promozione sociale che opera attraverso l’Arte, Arte intesa come pratica che, fondandosi sul dialogo costante con tutto ciò che è diverso e sconosciuto, favorisce l’integrazione e la pace.

Concretamente i nostri ambiti di intervento sono:
TEATRO, MUSICA, LETTERATURA E ARTI VISIVE.

In particolare l’associazione si prefigge di raggiungere i propri scopi attraverso le seguenti attività:

  • IDEAZIONE, CREAZIONE, PRODUZIONE di performances/spettacoli/concerti e in generale di ogni evento legato al mestiere dello spettacolo;
  • 
lezioni individuali, corsi, laboratori artistici ed educativi, seminari e sperimentazioni didattiche in ogi campo del sapere, presso istituzioni culturali esistenti, in spazi diversamenti gestiti o in territori ancora inesplorati dalle suddette attività, nelle scuole e nei luoghi di disagio e/o disabilità (ospedali, carceri, centri anziani, centri di accoglienza, ecc.);
  • ORGANIZZAZIONE di incontri ed eventi (festival, rassegne, residenze artistiche, viaggi tematici), esposizioni ed allestimenti, realizzazione di pubblicazioni cartacee e multimediali;
  • FORMAZIONE di artisti, pedagoghi, registi, musicisti, insegnanti ed educatori;
  • PROMOZIONE artisti ed opere d’arte.

 

deby3

Debora Natoli – presidente
cantante, performer, insegnante di canto e di teatro, educatrice

Inizia gli studi musicali all’età di 8 anni, prima con il pianoforte e poi col violino. Il canto arriva con il teatro.
Come attrice si forma con la Compagnia “Quelli di Grock” (Milano) e con Tatiana Oleàr, ex attrice del Maly Teatr di San Pietroburgo, regista e pedagoga dalla quale è invitata a far parte della compagnia da lei diretta (Teatro Abitato). Dopo un percorso di formazione e qualifica come Educatrice per l’infanzia, e un seminario con Claudio Cinelli, approfondisce il Teatro di Figura e il Teatro Ragazzi lavorando all’interno della Compagnia “Manomagia” di Catania.
Frequenta il DAMS di Bologna. Come musicista e cantante si perfeziona al Conservatorio G.B. Martini di Bologna, dopo aver studiato tra gli altri con Valeria Borgognoni, Gabriella Morigi, Doriana Milazzo, Tiziana Tramonti, William Matteuzzi, Antonio Juvarra.
La ricerca teatrale prosegue grazie a numerosi seminari, con Rena Mirecka, Naira Gonzalez, Iben Nagel Rasmussen, Raul Iaiza. Ha tenuto corsi e laboratori di teatro per bambini e adolescenti in diverse scuole e teatri italiani. Ha fatto parte del gruppo teatrale Il Cocchiere del Sogno, diretto da Naira Gonzalez. Collabora con diversi artisti, registi e pedagoghi per la produzione di spettacoli, performances e concerti, l’organizzazione di corsi e seminari, e per la formazione attoriale e del cantante.
Insegnante della Scuola di Canto all’italiana a Bologna e a Milano.

 

foto juvarraAntonio Juvarra – direttore Scuola di Canto all’italiana
baritono, scrittore, insegnante di canto, blogger

Viene definito in uno dei più importanti siti internet italiani sul canto, Liricamente, come «uno dei migliori maestri di canto in Italia». Ha studiato con grandi cantanti e studiosi della vocalità come Bergonzi e Celletti, e ha cantato come solista nei più importanti teatri, quali la Scala di Milano, l’Arena di Verona e la Fenice di Venezia, con direttori come Riccardo Muti e Gianandrea Gavazzeni. È autore di numerosi libri sul canto, tra i quali il trattato “Il canto e le sue tecniche”, il metodo teorico-pratico “Lo studio del canto” (entrambi editi da Ricordi e adottati come testi di studio in quasi tutti i conservatori italiani) e il volume “I segreti del belcanto” (una storia delle tecniche e dei metodi vocali dal Settecento a oggi), edito da Curci. È stato invitato a tenere conferenze e corsi di canto al Mozarteum di Salisburgo, alla Lyric Opera di Miami e in numerosi conservatori e università italiane. È stato inoltre relatore in vari congressi scientifici internazionali sulla voce cantata. Insegna canto al Conservatorio di Castelfranco Veneto, tecnica vocale all’Accademia d’Arte Lirica di Osimo e ha insegnato canto alla Scuola dell’Opera italiana di Bologna e vocologia artistica al dipartimento di medicina dell’Università di Bologna con sede a Ravenna.
Direttore artistico ed insegnante della Scuola di Canto all’italiana a Bologna e a Milano.

 

deby3Marco Belluzzi
pianista, direttore d’orchestra, compositore

Ha compiuto gli studi di Canto, Pianoforte, Composizione, Direzione di Coro e d’Orchestra a Bologna. Svolge attività concertistica in qualità di pianista, sia nel campo della musica strumentale sia in quello della musica vocale da camera con particolare riferimento alla musica del XX secolo. In qualità di direttore, ha collaborato con importanti ensembles quali Camerata Musicale Padana e Intermusiche Ensemble. Il repertorio spazia da lavori sinfonici a oratorio e opera. È direttore dell’ Ensemble Vocale Attosecondo” (musica del XX sec. e contemporanea), e dell’ Ensemble Vocale e Strumentale Color Temporis” (musica rinascimentale e barocca). Ha lavorato come répétiteur, assistente alla direzione e Maestro del coro presso: Teatro Comunale ‘L. Pavarotti’ e Teatro Storchi di Modena, Teatro comunale di Ferrara, Teatro Municipale di Piacenza, teatro “R. Valli” di Reggio Emilia, Teatro ‘D. Alighieri’ di Ravenna, Teatro Regio di Parma. Da alcuni anni ha consolidato la propria attività artistica in Islanda sia in qualità di vocal coach presso l’ Istituto ‘Söngskóli Sigurðar Demetz’ e in collaborazione con il tenore di fama internazionale Kristján Jóhannsson, sia in qualità di concertista e direttore principale presso l’Orchestra “Kammersveit Hjörleifs Valssonar” di Reykjavík. Come compositore, è autore di musica sinfonica, da camera e vocale e per il teatro.

 

foto nicola 2Nicola Bibi Ciammarughi
attore, regista, pedagogo teatrale

La sua formazione teatrale è di pratica diretta in differenti compagnie e con diversi pedagoghi e maestri dall’età di 17 anni.
L’ultimo e più influente maestro è Anatolij A. Vasil’ev, con cui ha lavorato dal 2011 al 2015 al Grotowski Institute di Wroclaw, Polonia; all’Isola della Pedagogia, Venezia (premio UBU 2012); al Teatro Valle, Roma.
Si occupa da più di dieci anni di discipline orientali quali il Taijiquan e il Qi Gong (recentemente affinate con i Maestri Ivan Kotik e Ilija Gozin), pratiche di equilibrio legate alla filosofia Zen (equilibrio di oggetti vari, di rami di palma e bamboo, di corpi umani e loro composizione naturale nello spazio) e danze rotanti Darvishi.
Al Teatro Trebbo di Milano è interprete poetico dantesco, dopo aver studiato Poesia “in scena” (in special modo la Comédia di Dante) con Toni Comello, e attore negli spettacoli di teatro interattivo con i bambini.
Lavora come attore con il regista milanese Lorenzo Loris in diverse sue produzioni. Ha collaborato e recitato con l’attrice Greta Scacchi.
Come regista sta attualmente lavorando al progetto Gli Ignudi, spettacolo dedicato al teatro di Luigi Pirandello a partire dalla commedia “Vestire gli Ignudi” e agli scritti teorici “Arte e Scienza”.
Nel 2014 fonda C.Ri.A.D. Compagnia di Ricerca delle Arti del Dialogo, con la quale comincia un’attività autonoma di ricerca teatrale.

 

Federico Spina
chitarrista

Federico Spina è un giovane chitarrista italiano, diplomato nel 2013 a Trento nella classe di Norma Lutzembergher. Nel 2015 ha conseguito un Master in Performance al conservatorio di Maastricht (Olanda) sotto la guida del Maestro Carlo Marchione. Ha partecipato a masterclass coi migliori artisti del mondo della chitarra come Oscar Ghiglia, Lorenzo Micheli, Frank Bungarten, Andrea Dieci, duo Maccari-Pugliese, Giulio Tampalini, Enea Leone ed altri. Ha tenuto concerti in Italia, Germania, Olanda, Francia e Spagna per importanti festival chitarristici come il festival “sei corde per Trento”, la Maastricht Guitar Society, il festival “Josè Thomas” di Petrer (Spagna) ed il “Festival de la Guitarre de Paris”. Inoltre si è saputo affermare in concorsi nazionali ed internazionali tra cui il G. Rospigliosi di Lamporecchio (primo premio) e il Josè Thomas di Villa Petrer in Spagna (primo premio). Attualmente sta completando una Laurea Magistrale in musicologia al DAMS di Bologna.

 

Foto Caterina MattioliCaterina Mattioli
pianista, musicoterapeuta, antropologa, sociologa

Si diploma in pianoforte al conservatorio G. B. Martini di Bologna con ottimi voti. Si perfeziona nella scuola di musica di Sesto Fiorentino, frequentando poi diverse masterclass e seminari di perfezionamento pianistico. Ha tenuto concerti solistici e di musica da camera in varie sedi. Si laurea alla triennale di scienze antropologiche e alla specialistica di scienze politiche ad indirizzo sociologico con il massimo dei voti e la Lode. Si diploma, inoltre, al corso di formazione post-laurea di musicoterapia presso MusicSpace di Bologna. Ha tenuto laboratori e progetti di musicoterapia. La sua indole versatile la porta ad avvicinarsi al canto e al teatro, frequentando corsi intensivi annuali con diversi professionisti. Attualmente insegna in diverse scuole di musica nel territorio bolognese e collabora con il Centro di formazione e ricerca “Le muse e il tempo” del Dipartimento di discipline della musica di Bologna, tenendo corsi di strumento e di educazione all’ascolto.