Il canto di Piuma e Forelle

Come le figure cantano e danzano la musica

forelle-500-k

 

Laboratorio di costruzione/animazione pupazzi in gommapiuma e figure cantanti rivolto ai bambini della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria.

Il laboratorio è rivolto a classi di max 25 bambini.

Programma

– Costruzione pupazzi in gommapiuma, burattini, figure con materiali di riciclo
– Animazione figure in musica (il canto per un pupazzo)
– Canto e animazione corale
– Introduzione all’opera lirica e alla musica da camera: duetti, terzetti, scene d’insieme, finali d’atto, lied
– Giochi di relazione, socializzazione, improvvisazione, immedesimazione
– Ritmica corporea, body percussion
– Costruzione e utilizzo di strumenti musicali per suonare in ensemble e per creare rumori/suoni e musiche di scena
– Movimento espressivo, danze popolari, azioni in musica

Obiettivi

– Esplorare la realtà sonora
– Conoscere ed esplorare diversi materiali e le diverse modalità del loro utilizzo creativo
– Esplorare la propria voce
– Cantare e suonare in gruppo
– Interpretare un linguaggio musicale simbolico
– Muoversi in modo libero, guidato e concordato con la musica e il gruppo
– Memorizzare ed eseguire collettivamente canti e giochi musicali
– Riprodurre suoni e ritmi con il proprio corpo, con degli strumenti e con gli oggetti
– Conoscere ed esplorare sia la musica colta che quella popolare
– Esplorare, conoscere e riconoscere le pause, le durate, le pulsazioni e le suddivisioni in musica attraverso l’ascolto, il movimento, il gioco
– Drammatizzare la musica e sonorizzare le immagini
– Discriminare le emozioni suscitate dall’ascolto di musiche di vario genere
– Scoprire le potenzialità sonore di alcuni materiali

Finalità

– Sviluppare le proprie capacità percettive e di attenzione
– Sviluppare e approfondire competenze specifiche: manualità, espressione corporea, ritmo
– Approfondire diverse forme di linguaggio espressivo: artistico, musicale, teatrale, motorio
– Socializzare ed empatizzare con gli altri
– Esprimere i propri talenti, i propri sentimenti e le proprie emozioni
– Rispettare le regole del gioco e di comportamento
– Sviluppare le proprie possibilità motorie ed espressive in relazione alla musica
– Potenziare la libera espressione del sé
– Potenziare i processi di simbolizzazione, di fantasia, di creatività e di immaginazione

Indicazioni metodologiche

La metodologia di intervento si ispirerà al lavoro pedagogico di Orff, Dalcroze e Munari.

Periodo e durata

Da Ottobre a Giugno, un incontro a settimana di un’ora per un totale di circa 30 ore.
(Possono essere presi in considerazione anche percorsi più brevi purché continuativi).